<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=150415092460129&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Visione

Offerta

Scenari

Tecnologie di Frontiera

Ruoli

Tilt

Bot, il candidato ideale a supporto dell’HR

Bot, il candidato ideale a supporto dell’HR

Occuparsi di HR oggi significa avere cento occhi e cento mani, oppure farsi supportare da un Bot. Il modo di vivere l'azienda, infatti, sotto la spinta dello smart working e della produttività in mobilità, sta cambiando drasticamente. Se da una parte gli strumenti di lavoro e di collaborazione sono sempre più semplici e intuitivi da utilizzare, dall'altra l'organizzazione è sempre più complessa, più liquida. Proprio in virtù della necessità e dell'opportunità dell'approccio agile, le risorse sono chiamate a ricoprire ruoli e funzioni in maniera orizzontale, prestando le proprie competenze a progetti specifici, con obiettivi e tempistiche ben definiti, spesso da gestire in parallelo. Si scompaginano le tradizionali barriere tra team e divisioni, tra policy ad hoc e postazioni di lavoro fisse. In questo scenario, i responsabili HR diventano il punto di riferimento, il centro di gravità di attività, procedure e meccanismi che variano sensibilmente da progetto a progetto.

 

Un alleato indispensabile per gestire la routine

Come può un Bot aiutare a gestire questa nuova complessità (che si aggiunge all'ordinaria amministrazione)? Innanzitutto trasformandosi in un vero e proprio sportello virtuale permanente, con un'interfaccia unica e semplificata per tutte le funzioni aziendali. Dai permessi alla gestione delle ferie e delle malattie, passando per le questioni più squisitamente burocratiche come quelle legate per esempio ai contratti di leasing o alle coperture assicurative, un Bot opportunamente programmato e istruito è in grado di rispondere a qualsiasi perplessità e di guidare le risorse alla risoluzione del problema passo dopo passo. Non c'è bisogno di consultare modulistica e tabelle per trovare le informazioni: l'utente può semplicemente formulare il proprio quesito, come se lo rivolgesse a un collega umano dell'ufficio HR, per ottenere una spiegazione espressa in linguaggio naturale. Il Bot accede in tempo reale a informazioni certe e aggiornate, quelle contenute nei database aziendali, e offre al proprio interlocutore tutti gli strumenti per comprendere e svolgere le operazioni desiderate. Un considerevole risparmio di tempo e di energie per gli addetti alle risorse umane, che non devono più impiegare gran parte della giornata a rispondere a domande e richieste di routine e che possono dedicarsi ad attività a maggior valore aggiunto.

 

Bot per affrontare la straordinaria amministrazione

Per sua natura, inoltre, un Bot è in grado di gestire più interazioni contemporaneamente. Tale vantaggio è fondamentale nel momento in cui aumenta la forza lavoro o si presentano situazioni fuori dall'ordinaria amministrazione. Basti pensare a una fusione o a un'acquisizione: momenti in cui non solo cresce fisiologicamente il numero delle pratiche da sbrigare, ma si pone anche la questione dell'on boarding dei nuovi arrivati. L'installazione di totem interattivi dislocati in ambienti comuni o l'implementazione del Bot all'interno dell'app aziendale o dell'Intranet risulteranno decisivi nel facilitare tutte le interazioni tra HR e le nuove risorse che chiedono aiuto per l'inserimento.

 

Così il Bot può supportare anche le attività di formazione

Tra i compiti più stimolanti di chi si occupa di HR c'è la gestione delle iniziative di education. Nello scenario descritto sopra, dominato da repentini e continui cambiamenti sull'onda della digitalizzazione, appare chiaro che i programmi di aggiornamento sono basilari, strategici e devono essere impostati per offrire ai collaboratori una formazione permanente. A supporto delle classi o dei programmi didattici somministrati attraverso applicativi informatici, il Bot si rivela insostituibile nel garantire assistenza 24 ore su 24, sette giorni su sette, ai discenti. Poco importa se la formazione avviene in ufficio, a casa o in mobilità: l'help desk sarà sempre a disposizione degli utenti, che tramite PC o smartphone potranno rivolgersi all'assistente virtuale come a un coach in carne e ossa per chiedere chiarimenti, approfondire le lezioni, scaricare contenuti complementari ed esercizi di ricapitolazione. L'aspetto forse più interessante in assoluto? Un Bot può aiutare tutti contemporaneamente!

New call-to-action

Topics: bot

Iscriviti al Blog