<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=150415092460129&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Visione

Offerta

Scenari

Tecnologie di Frontiera

Ruoli

Tilt

Comunicare, condividere, collaborare: metti il turbo alle 3 C con il Modern Workplace

Comunicare, condividere, collaborare: metti il turbo alle 3 C con il Modern Workplace

Oggi ai CIO (chief information officer) è richiesta una sola cosa: fornire all'organizzazione gli strumenti necessari per far  volare il business tra le intemperie di uno scenario competitivo sempre più agguerrito. Più facile a dirsi che a farsi. Le aziende devono sviluppare la capacità di fornire risposte e soluzioni ai clienti nel più breve tempo possibile. E questo può accadere solo nel momento in cui l'organizzazione –o nello specifico il team che segue un determinato progetto– è in grado di interagire all'unisono, superando i vincoli delle divisioni strutturali tipiche dell'azienda tradizionale e, in caso di clienti dislocati a distanza, le barriere geografiche.

Comunicare, condividere, collaborare. Sono queste le tre parole d'ordine da legare insieme con il fil rouge della user experience. Per lavorare al meglio e migliorare la produttività in qualsiasi situazione e su qualunque tipo di attività, dalla progettazione alla vendita, passando per l'assistenza ai clienti, gli utenti hanno bisogno di workspace di nuova concezione, non più limitati dalle procedure di sicurezza –che deve comunque essere ai massimi livelli– o da sistemi di  autenticazione e accesso alle applicazioni eterogenei. Trovare la quadra del cerchio attraverso le tecnologie digitali è, specialmente in settori cruciali come il Finance e il Manufacturing, compito dei CIO, che per fortuna possono contare su soluzioni sempre più integrate e user-centriche.

 

Comunicare in maniera agile in ufficio come a casa o in catena di montaggio

Il Modern workspace è prima di tutto sinonimo di comunicazione senza confini. Rimanere in contatto con colleghi e clienti in maniera agile significa, interagire con loro senza soluzione di continuità, a prescindere da dove ci si trovi e con la medesima esperienza d'uso su qualsiasi supporto. I social business, piattaforme di messaggistica istantanea potenziate con connettori alle suite per la produttività e garantite da standard di security di livello enterprise, sono la quintessenza di questo approccio. Emulando la user experience delle comuni chat, questi strumenti permettono di rimanere in contatto costante da PC, da tablet e da smartphone, con la possibilità di creare gruppi di interesse su specifici topic e progetti. Più rapide delle mail, più coinvolgenti delle telefonate, le chat aziendali consentono inoltre di unificare la comunicazione in tutti gli ambienti aziendali: dall'ufficio allo stabilimento, vicino a impianti e catene di montaggio, come a casa o in mobilità per chi svolge mansioni adatte allo smart working.

 

Condividere in tutta sicurezza documenti e progetti con gruppi di lavoro eterogenei

Le piattaforme di social business sono inoltre il punto di accesso privilegiato per strumenti di collaboration più evoluti, indispensabili per gestire con flessibilità ed efficienza progetti che spesso vanno condotti a quattro mani. Basti pensare al mondo bancario e all'integrazione con le applicazioni delle startup fintech per l'abilitazione di nuovi strumenti di pagamento. Che si tratti di semplice outsourcing o di sviluppo di prodotti e servizi ad hoc, è sempre più frequente che si instaurino collaborazioni che necessitano dell'apporto di risorse esterne. Dare agli utenti la facoltà di mettere in condivisione documenti sensibili senza comprometterne la sicurezza è stata per molto tempo una delle sfide più impegnative per i CIO del settore Finance. Oggi non è più un problema: è sufficiente adottare piattaforme capaci di assegnare a ciascun partecipante del progetto credenziali che permettano al sistema di  gestire in maniera automatica, invisibile e sicura ogni accesso, garantendo al tempo stesso usabilità e privatezza delle informazioni sensibili.

 

Il next step? Collaborare senza più confini grazie alle tecnologie di frontiera

Comunicare in modo agile e condividere il lavoro senza vincoli che rallentino le performance significa costruire le premesse per collaborare, nell'immediato futuro, letteralmente senza confini. Siamo, infatti, solo all'inizio di un'era in cui le tecnologie di frontiera espanderanno in maniera esponenziale le potenzialità del digital workplace, che comunque già oggi offre opportunità straordinarie per abbattere le barriere geografiche, per offrire la massima inclusione e per garantire completa accessibilità agli strumenti di produttività in piena sicurezza. Come sarà il futuro? Per immaginarlo basta pensare allo sviluppo di realtà virtuale e aumentata, grazie alle quali sarà possibile avvalersi di professionalità provenienti da qualsiasi parte del globo per progettare, co-creare e testare prodotti attraverso simulazioni tridimensionali. Prepararsi alla rivoluzione imminente vuol dire aiutare i propri collaboratori ad adottare il nuovo modus operandi e al contempo predisporre le architetture IT necessarie a sostenere le nuove applicazioni.

 New Call-to-action

 

Iscriviti al Blog