<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=150415092460129&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Visione

Offerta

Scenari

Tecnologie di Frontiera

Ruoli

Tilt

Cosa può fare ON-Bot, il bot di Teorema pronto all’uso

Cosa può fare ON-Bot, il bot di Teorema pronto all’uso

ON-Bot è la soluzione che Teorema offre a tutte le aziende desiderose di incrementare la propria efficienza. È un chatbot, uno strumento tecnicamente avanzato e dalle spiccate doti comunicative: semplicissimo da configurare e implementare, ON-Bot può essere usato dalle aziende sia come supporto per molte funzioni interne (IT, risorse umane, marketing, vendite…), sia nelle relazioni con i soggetti terzi, siano essi clienti o fornitori. In ognuno di questi casi, la capacità di ON-Bot di fornire informazioni precise e risolvere problemi per 24 ore al giorno senza che si formino code, senza errori e senza giorni di ferie, lo rende una soluzione perfetta per ogni organizzazione, a prescindere dall’impiego specifico che questa gli riserverà.

Le aziende amano i chatbot e, visti i risultati che portano, li ameranno sempre di più: partendo dal fatto che, secondo IBM, ogni anno le aziende spendono 1.300 miliardi di dollari per gestire 265 miliardi di richieste di assistenza, l’impiego dei chatbot potrebbe abbattere queste spese fino al 30%, permettendo di reinvestire gli enormi capitali risparmiati in altre attività. ON-Bot è dunque, per prima cosa, un modo magnifico per ridurre i costi operativi, ma ha anche tanti altri effetti benefici: sulle vendite, per esempio, visto che il chatbot può essere un canale di customer engagement di straordinaria efficacia, per non parlare degli effetti sull’immagine del brand, che agli occhi dei clienti risulta particolarmente ‘evoluto’ e attento alle loro esigenze. Con ON-Bot si vende di più, si gestiscono meglio i clienti, le attività interne e si risparmia: non esistono motivi per cui un’azienda non dovrebbe valutare la sua implementazione.

ON-Bot è un chatbot di ultima generazione. È stato progettato per venire incontro alle esigenze di tutte le aziende, dalle PMI alle grandi multinazionali: per questo è così facile da integrare nel sito web dell’azienda (bastano due righe di codice), ha un pannello di amministrazione intuitivo ed è pronto da subito. Essendo basato su tecnologie cloud, non richiede competenze IT per essere implementato e usato: basta imparare le dinamiche del backend e ON-Bot, che può essere completamente personalizzato nell’aspetto per richiamare l’immagine aziendale, è fin da subito pronto a ‘dialogare’ con chi ha bisogno di lui. Se poi le esigenze del cliente dovessero andare al di là delle funzionalità di base, si aprono due interessanti scenari: l’integrazione nei sistemi gestionali delle aziende, come un CRM e l’estensione delle potenzialità di ON-Bot con moduli ad hoc, come quello di machine learning che gli fornisce capacità di auto-apprendimento rendendolo sempre più preciso e competente con l’andare del tempo.

 

Cosa può fare ON-Bot per un’azienda, piccola o grande che sia?

ON-Bot può essere impiegato in un’infinità di contesti e per mille attività diverse, che vanno dal “classico” Customer Care alla gestione delle risorse umane. Si possono sicuramente evidenziare alcuni ambiti applicativi, ma la bellezza dei chatbot, categoria cui ON-Bot appartiene, è la capacità di venire incontro alle esigenze delle organizzazioni in modo agile e versatile. Tutto ciò che si può gestire (e risolvere) dialogando, si può fare con un chatbot.

  • Fornire informazioni ai visitatori del sito

Capitolo estremamente generico, ma anche modo d’impiego n.1 dei chatbot. Anziché andarsi a leggere pagine e pagine di FAQ all’interno del sito web, qualsiasi persona interessata ai prodotti o servizi dell’azienda preferisce chiedere direttamente al bot: in fondo, è molto più semplice e rapido rispetto a usare moduli di ricerca o, peggio, cercare ciò che si vuole in centinaia di pagine web. ON-Bot è fenomenale sotto questo profilo: lo si può istruire con domande e risposte, può estendere progressivamente gli argomenti trattati ed è in grado di interpretare il linguaggio naturare, permettendo ai suoi interlocutori di esprimersi in modo libero.

  • Customer Care / Help Desk

I servizi di assistenza alla clientela (anche interna) sono un altro ambito d’impiego molto comune dei chatbot e, quindi, anche di ON-Bot. Il bot può fornire informazioni sulle spedizioni, resi, cambi merce, gestione di ritiri, consegne e molto altro, ma può anche aiutare l’help desk interno (per esempio, quello IT) nella gestione di attività di routine come l’apertura di segnalazioni, sostituzione della password o informazioni utili per risolvere svariate altre fattispecie. 

  • Customer engagement

ON-Bot può essere a tutti gli effetti un innovativo canale di vendita. In un’attività tradizionale – supportata comunque da un sito web – può fornire indicazioni sull’ubicazione del negozio più vicino, ma soprattutto può ‘ingaggiare’ i potenziali clienti e accompagnarli lungo il percorso che li conduce all’acquisto: può fornire offerte personalizzate, buoni, coupon e può anche vendere direttamente, ipotesi particolarmente utile se si possiede un e-commerce. 

  • Gestione risorse umane

“Quanti giorni di ferie mi sono rimasti?”, “Dove trovo i cedolini?”, “Posso chiedere l’anticipo TFR?”. Sono centinaia i modi in cui un chatbot adeguatamente istruito può aiutare chi lavora in ambito HR. Grazie alla comprensione del linguaggio naturale e alla possibilità di miglioramento continuo (in funzione delle domande che gli vengono poste), ON-Bot è il candidato ideale per alleggerire il carico di lavoro di molti addetti alla gestione delle risorse umane, che possono dedicarsi ad attività di maggior valore strategico. 

  • Integrazione con i sistemi aziendali

L’integrazione con i database aziendali apre al chatbot infinite possibilità. Così facendo, infatti, l’assistente virtuale può fornire informazioni personalizzate, che a seconda del caso vanno dalla lettura dell’estratto conto agli ultimi prodotti acquistati. Inoltre, il chatbot può anche accompagnare il cliente verso il suo prossimo acquisto o, più in generale, eseguire un’azione che fino a ieri avrebbe richiesto un operatore ‘umano’ con cui parlare, dopo i canonici tempi d’attesa. Oltretutto, se la richiesta dovesse diventare davvero troppo ostica, i migliori bot (tra cui ON-Bot) permettono il passaggio della comunicazione dal chatbot all’operatore, cosa che offre all’interlocutore un evidente senso di professionalità. 

 Chatbot Come Funziona

Iscriviti al Blog