<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=150415092460129&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Visione

Offerta

Scenari

Tecnologie di Frontiera

Ruoli

Tilt

Gli ambiti applicativi dell’AI in Italia e nel mondo

Gli ambiti applicativi dell’AI in Italia e nel mondo

I tempi in cui l’espressione Intelligenza Artificiale rimandava a scenari di fantascienza e a fantasiosi robot umanoidi sono finiti da un pezzo: oggi l’AI è ovunque e, sia pur in modo discreto e silenzioso, fa parte della nostra vita. È lei che gestisce Siri o Alexa quando affidiamo loro la nostra agenda, è lei che aiuta la medicina a diagnosticare precocemente alcune forme di tumore, è sempre lei che spinge i trader a effettuare migliaia di operazioni finanziarie al giorno e gli imprenditori a rendere le fabbriche più produttive. E sarà sempre lei che ci condurrà da Milano a Roma in auto senza farci toccare il volante, assicurando al mondo una riduzione del 90% degli incidenti stradali.

Il principio secondo cui le macchine sono in grado di offrire, grazie a evoluti algoritmi e capacità di auto-apprendimento, prestazioni assimilabili a quelle dell’intelligenza umana, è uno dei trend di maggiore successo degli ultimi 10 anni. Al punto che oggi l’associazione tecnologia - AI è quasi totale: dove c’è la prima, arriva la seconda. Parliamo di mercato automotive, sanità, industria, retail, web, smart city, finanza, banche e assicurazioni, ma senza dimenticare l’ambito consumer, dove l’Intelligenza Artificiale è davvero dappertutto.

 

In macchina (non al volante) in tutta sicurezza. E in aereo…

L’auto a guida autonoma sta per arrivare. Anzi, sarebbe già arrivata non fosse che, oltre alla tecnologia, qui c’è tutto un assetto normativo da rivedere e aggiornare. La tecnologia, che si sostanzia in un mix di Computer Vision (che è AI per definizione) ed elaborazione di dati provenienti da sensori LIDAR, videocamere e infrastrutture, è lanciata verso il Livello 5 di guida autonoma, quello che ci consegnerà auto che guidano completamente da sole. Per vederle e usarle nella vita di tutti i giorni ci vorrà ancora un po’, ma già gli attuali sistemi di assistenza alla guida sono un antipasto succoso e, per certi versi, sorprendente. Provare per credere.

L’AI non è solo in strada ma anche nei cieli: il famoso ‘pilota automatico’ degli aerei esiste da decenni e ricorda per molti aspetti i principi delle auto a guida autonoma. Certo, nei cieli una modalità totalmente automatizzata non esiste, nel senso che la presenza e la vigilanza da parte dei piloti è imposta in ogni caso, ma è anche vero che in un viaggio di routine sono pochi i momenti in cui la guida manuale è imposta. AI è poi alla base di tutti i simulatori di volo, specie in ambito militare, per non parlare dei sistemi di assistenza al controllo del traffico aereo.

 

Industria 4.0 e finanza, l’automazione regna. Come nelle scommesse

Dove c’è tecnologia, in qualche modo l’Intelligenza Artificiale si trova a suo agio. Come nell’industria, dove la vera rivoluzione si è manifestata sotto forma di sensori capaci di misurare le prestazioni di tutti i processi produttivi: i sensori generano dati, gli algoritmi di intelligenza artificiale li elaborano e permettono ad aziende e imprenditori di prendere scelte ponderate per migliorare la produttività degli stabilimenti e delle aziende.

Idem nell’ecosistema finanziario: solo per citare qualche esempio, è l’AI a suggerire investimenti e modalità di gestione patrimoniale che siano in linea con il livello di rischio tollerato dai clienti, ed è sempre l’AI alla base del trading ‘algoritmico’ o ‘ad alta frequenza’ che genera, nei mercati finanziari, milioni di operazioni automatizzate al giorno. Una logica simile, anche se al di fuori della finanza, sta prendendo piede nel mondo delle scommesse sportive: tecnologie di Machine Learning possono fornire previsioni accurate sull’esito di un evento sportivo e, soprattutto, migliorare costantemente con l’aumento dei dati a disposizione. Gli appassionati ricordano quando, durante i Mondiali di Calcio del 2014, Microsoft Bing azzeccava una previsione dopo l’altra.

 

AI nella vita di tutti i giorni

Dopo aver citato i potenziali impieghi dell’AI in ambito medico, dove potrebbe non solo favorire diagnosi precoci ma anche aiutare medici e chirurghi nelle operazioni più complesse, passiamo alla tecnologia di tutti i giorni. Qui l’Intelligenza Artificiale è davvero ovunque: negli smart speaker che mettiamo in salotto, nei Bot con cui dialoghiamo ogni giorno per fare acquisti e prenotare i biglietti aerei, nel PC, nella fotocamera degli smartphone, nei TV, droni, nelle videocamere di sorveglianza e nella smart home, con tutti i suoi sensori e le funzionalità pensate per rendere la nostra vita più facile e farci risparmiare tempo.

Gli assistenti virtuali ne sono la dimostrazione più limpida: la capacità di riconoscere il linguaggio naturale e il continuo miglioramento delle funzionalità rendono Siri (Apple), Alexa (Amazon), Google Assistant e Cortana (Microsoft) sempre più utili nelle routine di tutti i giorni. Che si debba mettere una sveglia o prenotare un tavolo, accendere le luci o mettere una playlist, ormai basta parlare per ottenere ciò che si vuole. Con la certezza che la soddisfazione aumenterà di giorno in giorno. Se non è Intelligenza questa…

New Call-to-action

Iscriviti al Blog