<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=150415092460129&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Visione

Offerta

Scenari

Tecnologie di Frontiera

Ruoli

Tilt

Hololens: manutenzione con supporto remoto, ecco i vantaggi

Hololens: manutenzione con supporto remoto, ecco i vantaggi

In un mondo iperconnesso, in cui le attività produttive viaggiano a un ritmo incalzante, poter contare su strumenti innovativi come gli Hololens può risultare determinante. I visori di Microsoft, basati sulla piattaforma Windows Mixed Reality, sono i primi a prendere il meglio dalla realtà virtuale e da quella aumentata per realizzare un prodotto unico nel suo genere. L’utilizzo è molto semplice: si indossano gli occhialini, si fanno partire le app specifiche e gli elementi sullo schermo si mischiano agli ambienti reali, senza occludere la vista ma lasciando l’utente libero di rendersi ancora conto di ciò che c’è intorno.

La differenza con i più famosi Google Glass, device etichettati come AR, è duplice. Da un lato il piano di visione, decisamente più ampio di quello abilitato dal progetto, rivelatosi piuttosto fallimentare, di Big G; dall’altro il poter contare su una pletora di applicazioni in continuo aumento, sviluppate sia direttamente da Microsoft che dal parco di partner e software house indipendenti.

Innovare il supporto remoto

Se attendiamo ancora un’affermazione degli Hololens in ambito consumer, la loro presenza all’interno di aziende di vario spessore è un dato di fatto. Il beneficio maggiore, come rilevato da alcune case history, deriva dall’opportunità di aumentare il livello dell’assistenza remota, soprattutto nei confronti di chi si ritrova a dover maneggiare macchine e strumenti dal monitoraggio complesso e spesso lungo. Tutto gira intorno al programma HoloLens Remote Assistance, che può essere integrato nei processi di manutenzione e riparazione esistenti di una particolare compagnia, scalabile a seconda delle dimensioni dell’utenza e per diverse esigenze di business.

Una delle prime a sperimentare il potere di maintenance degli Hololens è stata la Thyssenkrupp, che ha riscontrato una riduzione concreta del tempo necessario a svolgere alcune operazioni di manutenzione. Nello specifico (qui il video esplicativo), i tecnici della multinazionale riescono a portare a termine interventi in circa 20 minuti, contro una media precedente di 2 ore. Inserendo le attività degli Hololens nel flusso di programmazione predittiva già in uso dalla Thyssenkrupp (con la soluzione casalinga Max), si arriva a un grado di efficienza e sicurezza a cui le altre organizzazioni stentano ad arrivare, con una notevole ottimizzazione dei costi di gestione.

Come funziona la manutenzione MR

Al di là dell’aspetto puramente tecnico di Remote Assistance è interessante capire come funziona la piattaforma di controllo a distanza. Di per sé, l'app abilita uno streaming dagli occhi di chi indossa i visori al supporto remoto, in prima persona, così da rendere chiaramente visibile cosa c’è dinanzi all’operatore. Per fare ciò basterebbe una semplice applicazione di videochat ed è qui che arriva uno dei vantaggi degli HoloLens. Sia chi guarda che chi si trova dall’altra parte dello schermo può tracciare nel contesto reale indicazioni, appunti e persino inserire file e diagrammi di ogni tipo. Il fine è guidare passo dopo passo la riparazione, in una maniera francamente impossibile con altri mezzi.

Secondo ABI Research, il mercato della mixed reality, in particolare nel settore della produzione, raggiungerà i 16 milioni di dollari entro il 2021. Il risultato sarà che dispositivi come gli Hololens diventeranno più che usuali in molte industrie, comprese le realtà di medie e piccole dimensioni, convinte che sostenere un costo di accesso in fase di partenza possa essere velocemente ripagato in termini di manutenzione predittiva, riduzione del rischio, analisi preventiva del parco macchine e, dunque, compressione delle uscite tecniche periodiche, che non sempre portano a fattivi interventi.

Gli Hololens si sono trasformati da promettente oggetto ludico ad aiuto concreto ai lavoratori sul campo. La capacità di coniugare alla perfezione AR e VR, realizzando una MR (mixed reality) funzionale per vari ambiti, si è dimostrata vincente in un lasso di tempo relativamente breve, tanto da permettere ad alcune categorie professionali di godere di uno slancio verso l’innovazione impensabile solo qualche anno fa.

New Call-to-action

Iscriviti al Blog