<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=150415092460129&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Visione

Offerta

Scenari

Tecnologie di Frontiera

Ruoli

Tilt

I cognitive services per individuare i problemi dell’IT

I cognitive services per individuare i problemi dell’IT

La sicurezza informatica e la cybercriminalità sono due concetti legati in maniera indissolubile. All’aumentare e al migliorarsi dell’uno, crescono le potenzialità dell’altro, in una corsa che somiglia davvero tanto a quella tra il gatto e il topo. Per far fronte alle crescenti necessità della protezione delle reti, oggi i reparti IT possono fare affidamento ai servizi cognitivi, al machine learning, all’intelligenza artificiale. Ponendo alla base dei loro meccanismi e flussi di intervento tali paradigmi, i team rinforzano gli scudi a difesa dei network, senza per forza limitarli o chiuderli ai benefici della connettività.

Lo sa bene Mr. Cognitive, l’eroe di questo nuovo capitolo dei Teorangers che utilizza proprio le sue doti di adattabilità per risolvere un grave problema che affligge la Teodesign e che, senza ombra di dubbio, potrebbe interessare qualsiasi altra impresa attiva nel campo della moda e di altri tipi di industry. Gli hacker sono riusciti a violare la rete della compagnia commettendo due gravi infrazioni informatiche. La prima è l’aver valicato le misure difensive dei server, mentre la seconda riguarda il furto dei disegni che, da lì a poco, dovranno essere realizzai dagli stilisti per presenziare la Settimana della Moda di Teocity.

A quel punto, l’azienda si trova dinanzi a una doppia necessità: rimettere in piedi un’infrastruttura che sappia proteggersi meglio dai tentativi di intrusione esterna e pensare a modifiche degli abiti originali, che intanto sono stati diffusi sul web e dunque svelati prima della loro ufficialità. Le tecnologie cognitive e di machine learning vengono in aiuto a Teodesign con il supporti di Mr. Cognitve, che attiva metodi avanzati di predizione delle minacce, dopo aver validato e “pulito” il network dalle falle esistenti, e mette in campo le abilità di lettura del sentiment sul web per comprendere cosa ne pensa l’opinione pubblica dei leak pubblicati dagli hacker assoldati dalla TarocDesign.

Apprendimento automatico e piattaforme avanzate permettono dunque di raggiungere un doppio scopo, che guarda sia alla cyberdefense che alla nuova generazione di software per la produttività, intrisi di analytics e big data. In questo modo, Mr. Cognitive salva la Teodesign e, al contempo, smaschera i competitor sleali che hanno sfruttato tecniche di hacking per sottrarre le proprietà intellettuali alla multinazionale della moda.

LEGGI IL FUMETTO QUI!
New Call-to-action

Iscriviti al Blog