<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=150415092460129&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Visione

Offerta

Scenari

Tecnologie di Frontiera

Ruoli

Tilt

I vantaggi di adottare i chatbot nel finance

I vantaggi di adottare i chatbot nel finance

Per quale motivo le banche, le assicurazioni e gli altri operatori del mercato finanziario stanno guardando i chatbot con interesse sempre crescente? La parola magica, capace di spiegare tutto in un attimo, è ‘automazione’, che si pone come minimo comun denominatore di ogni use case degli assistenti virtuali in ambito finanziario.  

Solo a titolo d’esempio, possiamo considerare una banca. Il tipico istituto di credito poggia su un’infinità di processi, alcuni dei quali indirizzati alla clientela e altrettanti legati ad attività interne di back office e gestione del datoBuona parte di questi processi, che sono oltretutto onerosi per l’azienda, possono essere completamente o parzialmente automatizzati. È una di quelle situazioni in cui vincono tutti: l’azienda beneficia di una evidente – e soprattutto rapida – riduzione dei costi, il cliente è servito per 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, e i dipendenti possono concentrarsi su attività a valore aggiunto piuttosto che rincorrere task ripetitivi e ben poco appaganti. Se dovessimo quindi evidenziare i vantaggi dei chatbot suddividendoli in macrocategorie, diremmo senz’altro: meno costi, servizi migliori e dipendenti più produttivi ed engaged, che di sicuro non fa male.  

In realtà, però, c’è molto altro: i chatbot, infatti, possono contribuire attivamente alla generazione di businessproponendo prodotti alla clientela, eseguendo le strategie di marketing e assistendo i clienti nella gestione delle proprie finanze. Vediamo dunque, sulla base di casi concreti d’utilizzo, su quali vantaggi le aziende potrebbero contare se decidessero di affidarsi a uno o più chatbot.   

 

  • Migliore assistenza alla clientela 

Si parte sempre da questo punto ed è giusto che sia così. La gestione del Customer Care è fondamentale per un istituto di credito così come per un’assicurazione, e la possibilità di gestire i propri prodotti, effettuare operazioni e movimenti senza fare la coda in filiale è uno dei più grandi benefici dei chatbot. Soprattutto oggi, che l’home banking è una realtà consolidata, poter gestire determinate operazioni, conoscere saldi, attivare prodotti e ricevere consigli mirati è un plus fondamentale, che fidelizza chi è già cliente e ne attira di nuovi, allettati dalla possibilità di gestire tutto in modalità self-service senza code allo sportello. Dal canto suo, la banca riduce immediatamente i propri costi.   

 

  • Automazione processi back office 

Come anticipato, non tutti i processi si rivolgono alla clientela. Banche, assicurazioni e gli altri operatori finanziari svolgono ancora moltissime tantissime attività di back office, molte delle quali automatizzabili. Logicamente, qui sarebbe più corretto parlare di bot che di chatbot, visto che la conversazione non è fondamentale ma lo possono essere le tecniche di Computer Vision e di Intelligenza Artificiale, che permettono appunto di automatizzare molte procedure complesse 

 

  • Generazione di business e più introiti per l’azienda 

Spesso si identifica nella riduzione dei costi il principale beneficio dei chatbot. In realtà, se accuratamente addestrato, il chatbot può essere anche in grado di generare un introito diretto. Si pensi, per esempio, ai robo advisor, ovvero ai consulenti finanziari che, in funzione degli obiettivi fissati dai singoli utenti, consigliano i prodotti finanziari adeguati a raggiungerli, suggerendo anche variazioni di composizione del portafoglio nel corso del tempo. Oppure, le piattaforme di trading che si affidano ai chatbot per ricevere e gestire gli ordini dei clienti, permettendo loro di impostare operazioni di acquisto o vendita con semplici comandi testuali o vocali.  

 

  • Dipendenti più efficienti ed engaged 

I chatbot sono in grado di togliere un po’ di pressione dai dipendenti dell’azienda, permettendo loro di occuparsi di attività a valore aggiunto e, di conseguenza, sentirsi più valorizzati, apprezzati ed engaged. In ogni caso, il massimo lo si ottiene applicando il concetto di human-centered AI, ovvero interpretando il ruolo dei chatbot non come sostituti degli operatori in carne ed ossaumani bensì come strumenti in grado di esaltarne, di aumentarne le potenzialità: al chatbot si lascia il primo contatto col cliente, ma se il caso diventa complesso o il sentiment dell’interlocutore non è positivo, è sempre meglio passare la palla a un essere umano 

 

  • Agilità e innovazione 

In un periodo di forte trasformazione, dove fintech e insurtech corrono ad altissima velocità, gli istituti finanziari tradizionali devono recuperare terreno in termini di agilità e capacità innovativa. I chatbot, lungi dall’essere l’unica soluzione da mettere in campointrodurre, vanno senz’altro nella direzione giusta e permettono all’azienda di ipotizzare un futuro ricchissimo di servizi innovativifuturo ricchissimo di servizi innovativi 

Chatbot Come Funziona

Topics: Chatbot

Iscriviti al Blog