<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=150415092460129&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Visione

Offerta

Scenari

Tecnologie di Frontiera

Ruoli

Tilt

Innovare oltre le aspettative dei clienti: il caso PreventPCB

Innovare oltre le aspettative dei clienti: il caso PreventPCB

Cosa vuol dire fare innovazione sul campo? Significa rispondere a precise richieste del mercato non limitandosi ad affrontare un problema attraverso soluzioni tradizionali, ma risolvendolo con l'introduzione di elementi di novità capaci di rivoluzionare l'esperienza d'uso. Mostrare agli addetti ai lavori cosa si può fare con le tecnologie di frontiera consente di alzare l'asticella delle aspettative delle imprese, alimentando una sana competizione basata sull'elaborazione di risposte nuove a nuove esigenze. È ciò che Teorema ha fatto realizzando per PreventPCB – azienda specializzata nella progettazione e distribuzione di circuiti stampati – una piattaforma prototipale per visualizzare l’output del sistema di controllo qualità. Un sistema tanto semplice quanto innovativo pensato per liberare gli operatori dalle attività di check manuale e rendere un processo ripetitivo e complesso più snello e intuitivo.

Il risultato è una soluzione disruptive per l'intero comparto e che il gruppo ha portato come demo all'edizione 2018 di Electronica (la fiera di settore che si tiene ogni due anni a Monaco di Baviera), suscitando interesse e curiosità tra partner, clienti e competitor.

 

Esigenza: trovare una soluzione efficiente per il controllo qualità della produzione

Tutto è partito da un bisogno molto pragmatico di PreventPCB: l'azienda aveva l'intenzione di aggiornare la procedura manuale di quality control delle schede prodotte, introducendo elementi di automazione nella raccolta e nell'inserimento dei dati a sistema. Il 90% della produzione dell'azienda è infatti delocalizzata in Cina, dove la società possiede un laboratorio che si interfaccia con diverse linee produttive dando lavoro a 25 addetti. Ogni circuito realizzato in Cina deve superare un controllo qualità che segue le direttive provenienti dalla casa madre, un processo che implica la verifica del corretto montaggio delle componenti e la compilazione di un form che certifichi la bontà del prodotto.

 

Risposta: Hololens e realtà aumentata al servizio di una nuova user experience

Considerata la complessità iniziale, anziché puntare semplicemente a dematerializzare il processo, come aveva richiesto PreventPCB, Teorema ha per l'appunto proposto al cliente di ripensarlo ex novo. In questo modo si sarebbero potuti ottenere, con un'unica soluzione, due benefici: snellire le operazioni e liberare le mani degli operatori. Come? Incorporando all'interno degli Hololens di Microsoft tutto il necessario per svolgere gli stessi task con una user experience completamente nuova. L’applicativo raccoglie le informazioni dal software di controllo qualità e le rende fruibili attraverso il visore: una user experience di impatto che rende più semplice la lettura, corredandola, grazie alla realtà aumentata, di informazioni a supporto di ciascuna operazione. L'intero processo si avvia inquadrando con Hololens un QR code posto sul circuito stampato.

L'esperimento non si è solo rivelato un modo innovativo per riprogettare questo genere di procedura, ma ha anche indicato al management di PreventPCB nuove possibili declinazioni per questa tecnologia, spalancando anche l'opportunità di sfruttare i dati generati da ogni sessione per abilitare in futuro funzioni di predictive maintenance dei circuiti realizzati all'estero.

Per saperne di più, non resta che leggere il case study: “X reality e Hololens: il controllo qualità di PreventPCB fa un balzo nel futuro”.

New call-to-action

 

Iscriviti al Blog