<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=150415092460129&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Visione

Offerta

Scenari

Tecnologie di Frontiera

Ruoli

Tilt

Perché l'analisi predittiva sarà fondamentale per le assicurazioni

Perché l'analisi predittiva sarà fondamentale per le assicurazioni

Per capire in che modo l'analisi predittiva sarà fondamentale per il mondo delle assicurazioni dobbiamo innanzitutto capire come funzionano oggi la maggior parte delle polizze assicurative.

In base alla remuneratività del cliente – che si misura fondamentalmente rapportando il valore del premio al numero di volte che l'assicurato si rivolge al contact center – si stabiliscono tariffe allineate con i benchmark del mercato, di fatto offrendo piani standard in risposta a esigenze peculiari. È questo scarto, unito alla percezione che spesso il prezzo da pagare non è commisurato al servizio ricevuto, ciò che può generare nella clientela insoddisfazione e abbandono. Soprattutto se si considera il fatto che il più delle volte la reale capacità di un assicuratore di assistere i propri clienti si vede quando si verifica un sinistro o un altro evento spiacevole. Situazioni che sia gli assicurati sia le società preferirebbero naturalmente evitare. Questo meccanismo, che è stato dominante per decenni all'interno del settore, sta gradualmente venendo sovvertito dall'adozione di soluzioni basate su Big Data Analytics e specialmente su piattaforme di analisi predittiva, che promettono di rivoluzionare il modello di business per un gran numero di operatori tradizionali, sempre più incalzati dalla pressione competitiva delle imprese Insurtech. Ma esattamente in che modo l'analisi predittiva è destinata a cambiare le regole del gioco?

 

Personalizzare l'offerta attraverso insight accurati

Cominciamo col dire che gli Analytics consentono a qualsiasi organizzazione di conoscere meglio i propri clienti, le loro esigenze e le loro aspettative. Ricavando insight accurati dall'elaborazione dei dati relativi allo storico dei contatti tra individui e impresa, le piattaforme analitiche permettono di valutare la qualità oltre che la quantità delle interazioni, costruendo profili di rischio e di profittabilità che fanno emergere il valore specifico di ogni cliente dalla logica delle medie statistiche. Tramite l'inferenza delle analisi, ogni compagnia assicurativa può inoltre letteralmente sapere nel dettaglio qual è il tenore di vita dei propri interlocutori, quali sono le loro condotte rispetto ad ambiti specifici e quali offerte e servizi riescono, potenzialmente, a soddisfare o addirittura a prevenire determinate necessità.

 

AI, Machine learning e IoT: sempre più dati per analisi sempre più puntuali

La capacità di analisi è proporzionale alle sorgenti dati a disposizione degli analisti. Viene subito in mente l'Internet delle Cose (IoT) e la moltitudine di dispositivi in grado di tracciare – ovviamente con il consenso degli utenti – qualsiasi aspetto delle attività quotidiane: dalle automobili alle soluzioni di domotica fino ai wearable, se opportunamente implementati nelle polizze, gli oggetti connessi possono raccogliere e inviare alle centrali degli assicuratori enormi volumi di dati che descrivono in modo minuzioso stili di vita, abitudini, azioni quotidiane e non. Avendo a disposizione dati reali e non più proiezioni, le assicurazioni maturano quindi l'opportunità di studiare – tramite sistemi di Intelligenza artificiale e Machine learning – gli effetti generati da specifiche condotte individuali, imparare a predirle ed elaborare piani che premiano quelle che garantiscono la migliore qualità della vita per l'assicurato e il maggiore valore per l'assicuratore. Il quale, adesso, può agire proattivamente erogando consigli utili per guidare l'utente al raggiungimento degli obiettivi prefissati.

 

Il nuovo ruolo degli assicuratori 

Si comprende facilmente perché l'analisi predittiva sarà sempre più fondamentale per il mondo delle assicurazioni: nei prossimi anni gli operatori che riusciranno a sviluppare i business più profittevoli saranno quelli in grado di porsi sul mercato non più come soggetti deputati a diminuire l'impatto di danni, problemi di salute e sinistri attraverso meri risarcimenti, bensì come consulenti capaci di indirizzare le scelte di vita dei propri clienti giorno dopo giorno, prevenendo gli incidenti. Come? Offrendo in cambio di premi commisurati alle esigenze di ciascuna persona e azienda, consigli, strumenti e strategie che le aiutino a migliorare condotta e modus operandi.

New call-to-action

Iscriviti al Blog