<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=150415092460129&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Visione

Offerta

Scenari

Tecnologie di Frontiera

Ruoli

Tilt

Processi aziendali al top grazie alla manutenzione predittiva

Processi aziendali al top grazie alla manutenzione predittiva

In un’era di rapida trasformazione tecnologica, la manutenzione predittiva interessa non solo i grandi apparati industriali ma anche aziende di ogni tipo. Poter beneficiare delle innovazioni hi-tech per ottimizzare le risorse, riducendo i costi, fa gola praticamente a chiunque abbia a che fare con macchine e impianti.

Il contesto della manutenzione predittiva comprende una serie di soluzioni, in continuo aumento, che si fondono su componenti hardware e software per abilitare forme di monitoraggio e controllo automatico, così da sgravare i tecnici da un lavoro che fino a ieri non riusciva a impedire danni importanti, alcuni fatali, alle infrastrutture.

Il presupposto necessario per operare in un ambiente predittivo è l’esistenza di una piattaforma di machine learning che dialoghi con i sensori connessi e restituisca agli utenti risultati idonei con lo stato di salute della strumentazione. Lo scopo finale è evitare sostituzioni dolorose ma non solo: la raccolta periodica dei dati permette sia di ottenere diagnostiche precise sia di capire se e in quale modo alcune operazioni rallentano, danneggiano o rendono poco produttiva un’attività. Ciò è vero soprattutto in quei processi aziendali composti da vari passaggi automatizzati, svolti cioè senza il supporto dell’uomo e nei quali anche piccoli dettagli possono fare la differenza.

QUALI VANTAGGI COMPORTA LA MANUTENZIONE PREDITTIVA

Applicare una manutenzione predittiva ai macchinari sta diventando sempre più semplice e immediato. Se adottata correttamente, la tecnica consente di raggiungere notevoli risultati in vari ambiti. Eccone alcuni:

  • individuazione tempestiva dello stato di salute di ogni macchina
  • intervento preventivo e anticipatorio dei danni
  • aumento ed estensione del ciclo di vita degli impianti
  • riduzione dei costi dovuti alla sostituzione
  • misurazione costante delle performance

 
Come è chiaro, un sistema del genere non porta solo vantaggi alla cura del singolo asset ma all’intero business, grazie a un’ottimizzazione delle risorse a seguito di un’eventuale misura correttiva. In un panorama ideale, il picco della manutenzione predittiva si ha quando la maggior parte dei processi si svolgono in maniera autonoma, con un minimo intervento da parte del personale addetto.

PERCHÉ È NECESSARIO CAMBIARE

Il passaggio da una manutenzione classica a una predittiva è essenziale nell’ottica di migliorare il business a 360 gradi. Sono due le principali problematiche che si hanno quando l’approccio è ancora quello tradizionale. La prima riguarda la qualità degli interventi realizzati a supporto delle attrezzature. Quando avvengono, questi si limitano alla sola sostituzione, senza memorizzare informazioni che sarebbero utili in un secondo momento. In secondo luogo, è ormai appurato (fonte Microsoft) che spesso le attività di assistenza non si concretizzano in una vera e propria operazione di manutenzione, limitandosi al controllo delle risorse nella loro totalità.

Il passaggio da una modalità reattiva a una predittiva porta benefici strutturali concreti. Prima di tutto un monitoraggio remoto degli strumenti, così da risparmiare tempo e denaro, poi una visione di insieme ma anche particolare a ogni elemento che compone la macchina oggetto di indagine. La digitalizzazione dei report crea un database in costante aggiornamento che perfeziona la comprensione dei dispositivi e l’ausilio degli algoritmi di machine learning a scopo preventivo.

In termini di ottimizzazione dei costi e di maggiore conoscenza operativa su ciò che muove il business, è evidente che una riorganizzazione mirata delle attività manutentive riesca a migliorare i processi aziendali sia da un punto di vista economico sia di pianificazione strategica sul lungo periodo. Partendo da un obiettivo specifico, la maintenance, si arriva ad adottare paradigmi dirompenti che impattano più largamente sulla produttività; abilitando un percorso di crescita che conduce dritto verso l’innovazione.

Iscriviti al Blog