<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=150415092460129&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Visione

Offerta

Scenari

Tecnologie di Frontiera

Ruoli

Tilt

Robot chat per PMI: ecco ON-Bot, smart, veloce e già pronto

Robot chat per PMI: ecco ON-Bot, smart, veloce e già pronto

Qualsiasi organizzazione è ormai consapevole dei benefici portati dai chatbot. Avere un robot in chat rappresenta per ogni azienda, piccola o grande che sia, un passo avanti importante nei confronti dell’automazione e dell’efficienza: i costi scendono subito e, in determinati contesti, anche il ciclo attivo ne risente favorevolmente.  

Le adozioni dei robot in chat 

Non esistono dunque motivi per rinviare ulteriormente l’adozione di uno o più bot nel contesto aziendale: lo si può rivolgere verso i clienti così da ‘scaricare’ contestualmente parte della pressione dagli operatori del customer care, oppure integrarlo nell’help desk interno, nell’area HR o in qualsiasi altro ambito per cui sia ipotizzabile un certo grado di automazione. Persino in ambito industriale, i chatbot possono essere l’interfaccia tra l’uomo e la macchina: forniscono dati d’esercizio ed eseguono, di conseguenza, le decisioni degli operatori.  
robot in chat sono dunque perfetti sia per le grandi aziende che per le PMI. Anzi, in quest’ultimo caso, possono essere determinanti ai fini della crescita: a causa della loro maggiore agilità, le PMI giocano moltissimo sul fattore efficienza e non c’è niente di meglio di un bot per automatizzare ogni operazione di routine e destinare il personale qualificato verso attività a valore aggiunto. Peccato che esista ancora un luogo comune secondo cui implementare un robot in chat sia un’attività lunga, complessa e molto costosa: l’evoluta tecnologia di cui sono fatti, tra Intelligenza Artificiale, Machine Learning e capacità di interpretazione del linguaggio naturale, renderebbe necessario un forte coinvolgimento dell’IT, importanti investimenti in hardware e l’assunzione di un team di sviluppatori.  
Fortunatamente, tutto ciò è falso: per implementare un ottimo chatbot, evoluto e versatile, oggi non c’è bisogno di investire in hardware né in sviluppo e l’integrazione può essere semplice quanto scrivere due righe di codice. ON-Bot di Teorema ne è la dimostrazione. 

 

ON-Bot di Teorema, il robot in chat facile da configurare e gestire 

ON-Bot è un chatbot versatile e di ultima generazione: a seconda delle esigenze, può gestire il primo contatto con clienti esterni, con fornitori o con i dipendenti dell’azienda. Ovviamente, a seconda delle aree e dei processi automatizzabili, è possibile averne uno o più di uno, così da massimizzare la propria produttività interna.  
ON-Bot è un chatbot perfetto per le PMI perché non richiede alcun genere di sviluppoIl bot è fornito in modalità as-a-service, ovvero a canone mensile, risiede in cloud e può essere usato fin da subito, dopo una breve sessione di configurazione: l’azienda non deve fare altro che istruirlo, così da abilitarlo alla gestione dei rapporti con i suoi “clienti”, interni o esterni che siano. Ma non c’è bisogno di sviluppatori, né di investimenti in hardware: il bot risiede in cloud e non va installato su server locali, PC dedicati ecc. In più, ON-Bot è modulare: viene fornito in una versione pronta all’uso e già ricca di funzionalità, ma le sue possibilità possono essere estese mediante moduli accessori come quello di Machine Learning o tramite un’attività di integrazione ad hoc nei sistemi interni, come nel caso di un gestionale CRM. Se lo si vuole integrare all’interno del proprio sito Internet o nella Intranet aziendale, non c’è neppure bisogno di attività di integrazione specifica: basta inserire due righe di codice nelle proprie pagine web e il gioco è fatto. 

L’unica attività che è sempre a carico dell’azienda è l’istruzione del bot, che dipende dalla funzione che gli si attribuisce: si tratta, sostanzialmente, di costruire un database di conoscenze (knowledge base) dal quale il robot in chat possa attingere per dare risposte coerenti alle domande che gli vengono poste, mentre il motore di Natural Language Processing gli permette di comprendere il linguaggio naturale, con enormi vantaggi ai fini dell’efficacia dello strumento. Si crea la knowledge base e poi, in funzione delle domande che vengono poste e delle attività richieste, si aggiorna periodicamente questo database permettendo al robot di essere sempre più efficace e risolutivo: a un certo punto, non ci sarà più bisogno di aggiornarlo.  

 

ON-Bot: un chatbot alla portata di tutti 

Ecco perché ON-Bot è un chatbot perfetto per le esigenze delle PMI: ha solo un canone mensile, non comporta investimenti di capitale (Capexné costi di sviluppo. Ma, soprattutto, è pronto fin da subito a imparare e migliora progressivamente: magari all’inizio lo si istruisce per gestire le richieste più comuni, per poi migliorare gradualmente diventando un vero e proprio riferimento in quell’ambito. Tutto ciò, mentre l’azienda si gode i benefici dell’automazione, ovvero la riduzione dei costi e la rifocalizzazione del personale su attività più redditizie, cosa ideale per assecondare le esigenze di crescita dell’azienda.  

New Call-to-action

Iscriviti al Blog