<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=150415092460129&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Visione

Offerta

Scenari

Tecnologie di Frontiera

Ruoli

Tilt

Teolab : realtà aumentata e realtà virtuale per una formazione innovativa

Teolab : realtà aumentata e realtà virtuale per una formazione innovativa

Teolab è la metodologia sviluppata da Teorema per accelerare i percorsi di innovazione digitale delle aziende. Teolab permette di testare le nuove tecnologie in un contesto business oriented, per comprendere facilmente i vantaggi della digital transformation e, in particolare, delle applicazioni innovative basate su Blockchain, Internet of Things, Big Data, intelligenza artificiale, realtà virtuale ( VR ) e realtà aumentata ( AR ). Teolab è un approccio frutto dell’esperienza maturata da Teorema nella progettazione e realizzazione di progetti che combinano soluzioni tecnologiche all’avanguardia con una forte attenzione agli obiettivi di business.

In Teolab ampio spazio è dedicato alle applicazioni di realtà aumentata e realtà virtuale. Ma cosa significa realtà virtuale e cos’è la realtà aumentata? La realtà virtuale permette a chi la sperimenta di interagire in un ambiente digitale che simula e ricrea situazioni di vita vera. La realtà aumentata, invece, è un mix di esperienza reale e realtà virtuale. Ne sono un esempio le App che gestiscono contenuti reali come immagini e video, integrandole con elementi virtuali come rielaborazioni grafiche tridimensionali.

Secondo l’analista Tractica, nei prossimi anni i visori AR venduti nel mondo passeranno dalle 340mila unità registrate nel 2017 a oltre 22,8 milioni già nel 2022. Con l’ausilio di supporti come rilevatori di movimento, visori di realtà virtuale, joypad e display interattivi, è possibile capire come rivoluzionare l’esperienza utente, rendere più coinvolgente la formazione, migliorare la gestione di impianti industriali e fabbriche. 

Come rendere la formazione più coinvolgente

La realtà virtuale e la realtà aumentata vengono utilizzate sempre più spesso per le attività di formazione in ambito industriale. Con l’ausilio dei visori VR è possibile scomporre virtualmente i componenti di un macchinario complesso alla ricerca dei guasti e ordinare anche i pezzi di ricambio senza grossi sforzi. La AR può essere impiegata, invece, per fornire per esempio informazioni di contesto ai tecnici sul campo, attraverso App per smartphone o tablet, spesso avvalendosi dell’aiuto di un esperto in remoto.

I vantaggi sono evidenti da subito:

  • Riduzione dei costi della formazione
  • Possibilità di sperimentare il training in tempo reale
  • Semplificazione delle attività di formazione
  • Maggior soddisfazione per gli utenti
  • Riduzione della curva di apprendimento

 

Intervenire nella manutenzione grazie alla realtà virtuale

Secondo il “VRLearn Report: Virtual Reality and Learning Perspectives 2017” del MASIE Center, quasi 9 aziende su 10 (l’88%) con un giro d’affari superiore al milione di dollari ritengono che la realtà virtuale abbia un potenziale di diffusione enorme nelle attività di formazione. Attualmente, solo il 30% dei casi applicativi di queste tecnologie riguarda il training in ambito medico, militare, sportivo e industriale. Ecco perché sono in molti a credere che il connubio tra eLearning (la cosiddetta formazione a distanza) e realtà virtuale sia destinato a rafforzarsi nei prossimi anni. 

Teolab e il valore dei PoC per sperimentare AR e VR

Grazie al metodo messo in campo da Teorema con Teolab è possibile sperimentare su scala ridotta la realtà virtuale e la realtà aumentata attraverso quelli che vengono comunemente definiti POC, proof of concept. Questo permette di valutarne le potenzialità senza grossi rischi. Proprio come ha fatto un colosso dell’automazione, che con gli ingegneri del Teolab ha sviluppato un’applicazione per il training dei manutentori. La soluzione sfrutta gli Hololens di Microsoft: grazie ai visori immersivi, i tecnici sono in grado di “muoversi” all’interno della replica virtuale di un ambiente industriale. L’utilizzo di una coppia di joypad permette di replicare il funzionamento di attrezzi e utensili di lavoro. La soluzione permetterà di simulare le operazioni necessarie per cercare un guasto, ispezionare un macchinario e ripristinarne l’operatività in tutta sicurezza, con la garanzia di un’esperienza coinvolgente e realistica.

New Call-to-action

Iscriviti al Blog